Piano Funk

di Marco Della Luna

Restare nell’UE è assurdo. I fatti, dalla crisi del 2008 in poi, ma anche dagli anni ’60 con la PAC (Politica Agricola Comune), hanno dimostrato che, sull’Europa e sull’Euro, gli euroscettici avevano ragione e gli europeisti torto sulle previsioni degli effetti delle politiche europee, di ogni scelta. Benefici solo per paesi egemoni a spese nostre.
La trattativa conclusa ieri sera all’Eurogruppo era una manfrina, i Quisling nostrani fingevano soltanto di opporsi al MES, erano già intesi con la cupola euro-germanica contro l’Italia. Hanno impegnato il Paese illegalmente, senza benestare del parlamento: adesso, se Qualcuno non interviene, si configura l’alto tradimento.
Tuttavia, Mes, Coronabond, o altra operazione indebitante non farebbe differenza: per privatizzare e svendere gli asset nazionali pubblici e privati ai paesi egemoni e alle mafie, tagliare radicalmente i servizi come in Grecia.

Il Piano Funk è un piano di conquista progressiva che avanza attraverso le asimmetrie finanziarie: ogni crisi mette più in crisi, lasciandoli a secco, i paesi meridionali e permette così ai paesi che, essendo egemoni, si danno risorse monetarie, di fare shopping.
La vera alternativa era battere moneta nazionale per non indebitare una economia in recessione, ma non se ne parla alla gente. Si poteva farlo entro il quadro normativo comunitario, ma non lo si è fatto, perché l’obiettivo era andare avanti col Piano Funk. Ed è venuta alla luce, definitivamente, la vera missione strumentale dei capi del M5S: i grilli mentitori, così come il mentitore Conte, fino al giorno prima giuravano: “Il Mes mai.”

Germania al di sopra di tutti in Europa

E’ assurdo e suicida per l’Italia restare nell’Unione Europea perché è nei fatti, e ha sempre operato e vinto, una contrapposizione oggettiva di interessi tra l’asse franco-germanico e i paesi dell’Europa meridionale, nel senso che il primo ha sempre portato avanti una politica di rapina imperialista verso i secondi servendosi dei governi venduti e traditori, e lo ha fatto sostenuto dal sentimento di disprezzo e rancore che nutrono verso gli Italiani sia i Tedeschi che i Francesi, rancore dei primi perché l’Italia tradì l’alleanza con Germania e Austria-Ungheria entrando in guerra contro di esse nel 1915; e rancore dei secondi perché l’Italia fascista li pugnalò alla schiena nella Seconda GM. Questo sentimento popolare negativo immunizza quei paesi contro ogni senso di solidarietà e rispetto verso l’Italia. Essi fondamentalmente vogliono farcela pagare.

In più, le costituzioni tedesca e francese, diversamente da quella italiana, pongono l’interesse e la sovranità nazionali al di sopra dell’Unione Europea.
E allora perché mai restare in UE guidata da popoli nemici e controinteressati dopo tante delusioni e tanti danni? Per una solidarietà che non c’è mai stata? Francia e Germania hanno confiscato le mascherine comperate dall’Italia. Un atto di guerra.
Come insegnava Nicolò Machiavelli, gli alleati vanno cercati lontani e potenti. Noi dobbiamo cercarli tra nazioni non ostili, non sprezzanti, non rancorose e non in contrasto di interesse – ne esistono diverse.

ASSURDO RESTARE NELL’UNIONE EUROTEDESCA

One thought on “Piano Funk

  1. Gli accordi del 9 Aprile all’Eurogruppo, presi dal nostro ministro Gualtieri, corrispondono al piano generale portato avanti dalla Germania tramite UE, BCE, governo italiano (in linea coi precedenti governi fantoccio), piano che è quello fondativo della costruzione europea, dietro le frottole della solidarietà, mirante a trasferire tutte le risorse dai paesi deboli alla Germania egemone e, secondariamente, alla Francia.

    Premesso che la pandemia costerà all’Italia quasi un terzo del pil, cioè circa 600 miliardi, e all’erario minori entrate per 300 miliardi circa, nonché maggiori uscite per circa 25 miliardi , sicché può mandare in fallimento l’Italia, e questa è una grande opportunità per la Germania, paese egemone, il governo italiano sta eseguendo la seguente velina:

    1) non creare la liquidità libera da debito necessaria per sostenere imprese e famiglie, come potrebbe fare anche entro i trattati comunitari e come fa la Germania, bensì indebitare molto l’Italia, settore pubblico e settore privato, col Mes o con gli eurobond o altri strumenti;

    2) aspettare che l’Italia, sprofondata nella recessione e priva di liquidità, non riesca più a sostenere il peso di tale debito aggiuntivo, cosa che avverrà sicuramente, perché, a differenza dai periodi post-bellici, pure caratterizzati da forte indebitamento, non potremo contare sulla spinta della ricostruzione materiale e sull’inflazione, che abbatte il debito capitale;

    3) a quel punto, far intervenire il MES e la troika con le sue condizionalità, come in Grecia, ossia tassa patrimoniale, rapina dai conti correnti, privatizzazione e svendita dei beni pubblici, svendita dei grandi assets privati alla Germania, la quale si è dotata di liquidità unilateralmente per salvare l’economia sua propria e comperare quella italiana;

    4) porre le piccole aziende in condizione finanziaria tale di dover chiedere l’aiuto della mafia, grande forza politica nazionale, che ha molta liquidità, e che così si impadronirà di esse.

    Con questo piano sarà completata la spartizione dell’Italia sulle due forze politiche che hanno più potere su di essa: la finanza tedesca e la mafia nazionale.

    Eventuali deviazioni da quel piano indicheranno l’intervento di una forza superiore alla Germania, come potrebbe essere Trump o Trump con Putin e Xi Jin Ping.

    In caso di serie proteste popolari, interverrà la polizia europea antisommossa, l’Eurogendfor, che ha base a Vicenza, è praticamente irresponsabile di ciò che fa e può sparare per uccidere.

    Ricordo che in febbraio Matterella aveva richiesto e ottenuto la collaborazione dell’opposizione col governo. E che l’opposizione non si è opposta nemmeno ai decreti incostituzionali di Conte.
    http://marcodellaluna.info/sito/2020/04/11/il-piano-conte-per-svendere-litalia/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.