Riapertura attività produttive

Circolare esplicativa “Disposizioni per favorire la ripresa delle attività produttive” di cui al decreto 74/2012.

Ripristino mercato contadino del martedì e del mercato settimanale del giovedì a Cento.
Come comportarsi per richiedere l’agibilità e segnalare danni.
Delocalizzazione temporanea attività economiche per anagibilità locali. Leggi tutto


Disposizioni per la riapertura delle Attività Produttive – Decreto Legge 74/2012

Le aziende che hanno subìto danni in seguito all’evento calamitoso possono ripristinare le sezioni produttive nel rispetto dei requisiti e delle prescrizioni individuate nelle autorizzazioni ambientali vigenti, comunicando all’autorità competente le modifiche non sostanziali e possono procedere immediatamente alla realizzazione delle modifiche comunicate previa autocertificazione del rispetto delle normative ambientali.

Verifica di Sicurezza

Il titolare dell’attività produttiva (responsabile della sicurezza dei luoghi di lavoro) deve:

  • acquisire la certificazione di agibilità sismica rilasciata da un professionista abilitato;
  • depositare tale certificazione al Comune territorialmente competente.

I Comuni trasmettono periodicamente alle strutture di coordinamento istituite a livello territoriale gli elenchi delle certificazioni depositate.
Le asseverazioni presentate saranno considerate ai fini del riconoscimento del danno.
La verifica di sicurezza dovrà essere effettuata entro 6 mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto (G.U. n°131 del 7 Giugno 2012).

Il livello di sicurezza dovrà essere pari “almeno al 60%” di quella richiesta a un edificio nuovo. Tale percentuale deve essere raggiunta, qualora siano necessari interventi di miglioramento sismico, entro ulteriori 18 mesi.

Agibilità

Il certificato di agibilità sismica non può essere rilasciato in caso di:

  • mancanza di collegamenti tra elementi strutturali verticali e elementi strutturali orizzontali e tra questi ultimi;
  • presenza di elementi di tamponatura prefabbricati non adeguatamente ancorati alle strutture principali;
  • presenza di scaffalature non controventate portanti materiali pesanti che possono, nel loro collasso, coinvolgere la struttura principale causandone il danneggiamento e il collasso;
  • eventuali altre carenze prodotte dai danneggiamenti e individuate dal tecnico incaricato, o dopo che tali carenze siano state adeguatamente risolte.

Delocalizzazione delle Attività Produttive

E’ autorizzata la delocalizzazione totale o parziale delle attività in strutture esistenti e situate in prossimità delle aziende danneggiate.

Per ottenerla le aziende devono:

  • autocertificare il mantenimento dei requisiti e delle prescrizioni previsti nelle autorizzazioni ambientali in corso di validità;
  • devono presentare entro 180 giorni dalla delocalizzazione la documentazione necessaria per l’avvio del procedimento unico.

I procedimenti di delocalizzazione totale o parziale delle attività e di ricostruzione con modifiche sostanziali delle aziende danneggiate dagli eventi sismici sono soggetti a:

  • nuova autorizzazione unica ambientale
  • procedure di VIA ed AIA
  • procedimento unico di cui al D.P.R. 160/2010.

Leggi la Circolare Esplicativa al Decreto 74/2012



ORDINANZA DEL CAPO DI PROTEZIONE CIVILE SULLA SEMPLIFICAZIONE DI RICHIESTA AGIBILITA’

L’ordinanza del Capo Dipartimento di Protezione Civile n. 2 del 2 giugno 2012 stabilisce che il titolare dell’attività produttiva, che è responsabile della sicurezza secondo il dlgs 81/2008, deve acquisire la certificazione di agibilità sismica a seguito della verifica di sicurezza prevista dalle normesismiche vigenti, fatta da un professionista abilitato, e deve depositarla nel Comune territorialmente competente.
Il provvedimento viene applicato nei comuni interessati dagli eventi sismici dal 20 maggio 2012 e che sono individuati nell’allegato 1 dell’ordinanza.
I Comuni trasmettono periodicamente alle strutture di coordinamento istituite a livello territoriale gli elenchi delle certificazioni depositate.

Informazioni: SUAP – tel. 051 6843336; email: suap@comune.cento.fe.it



MODULO DI SEGNALAZIONE DANNI

Riservato alle AZIENDE artigianali e industriali per segnalare danni causa sisma, da sottoporre alla Provincia di Ferrara.
Inviare il modulo via Fax 051 6843331 oppure Email a: suap@comune.cento.fe.it .


MERCATI SETTIMANALI

Ripristino del mercato settimanale di Cento, da giovedì 14 giugno: si terrà in viale Santa Liberata, Piazzale Donatori di Sangue e Piazzale della Rocca.
Spostamento del mercato del lunedì a Renazzo: da piazza Lamborghini a via Bagni
Spostamento del mercato del sabato a Casumaro, dal 9 giugno all’11 agosto: da piazzale Donatori di Sangue al piazzale adiacente al Cimitero

Attenzione!

Lo Sportello Unico per le Attività Produttive si è spostato in via Farini (presso il Comando di Polizia Municipale).
Riceve solo su appuntamento nelle giornate di martedì e giovedì, dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.30.
Per fissare l’appuntamento chiamare il numero 051 6843336 oppure scrivere all’email: suap@comune.cento.fe.it

Normativa di riferimento

Allegati

Cento, scuole chiuse in anticipo

SCUOLE CHE HANNO TERMINATO ANTICIPATAMENTE L’ANNO SCOLASTICO:

  • Scuola dell’Infanzia di XII Morelli
  • Scuola dell’Infanzia di Alberone
  • Scuola dell’Infanzia di Buonacompra
  • Scuola dell’Infanzia di Casumaro
  • Scuola Primaria “G.Rodari” di Cento
  • Scuola Primaria di Corporeno
  • Scuola Primaria di Alberone
  • Scuola Primaria di Casumaro
  • Scuola Primaria di Reno Centese
  • Scuola Primaria di XII Morelli
  • Scuola Media di Casumaro*
  • Liceo Ginnasio “G.Cevolani” di Cento – la sola sede di Corso Guercino

*fatta eccezione per le classi III per cui l’attività didattica sarà effettuata nella sede di Cento di via Dante Alighieri da lunedì 28 maggio 2012 e sarà attivato un servizio di trasporto scolastico gratuito, dalla sede della Scuola Media di Casumaro alla Scuola Media “Il Guercino” di Cento.

A seguito della scossa del 29 TUTTE le scuole sono state chiuse anticipatamente.

Franco Fontana, route 66

Sabato 12 maggio – ore 18.00
Renazzo, Museo “Sandro Parmeggiani”
Inaugurazione della mostra fotografica
FRANCO FONTANA: ROUTE 66
Oltre 150 scatti dedicati alla leggendaria Route 66, un autentico mito eletto a vero e proprio monumento nazionale americano.
Nell’ambito dell’iniziativa
IL MITO DELL’AMERICA NELLA PERIFERIA EMILIANA. SULLA STRADA DA WOODY GUTHRIE A SPRINGSTEEN PASSANDO PER DYLAN

Maggiori informazioni

Da lunedì 7 a domenica 13 maggio
Cento, Archivio Storico comunale
Nell’ambito dell’iniziativa
QUANTE STORIE NELLA STORIA
Settimana della didattica in Archivio

Bruno Vidoni alias Roger Walker: finzione o realtà dell’immagine
Presentazione alla cittadinanza della ricca donazione di immagini e documenti che testimonia l’intensa attività del compianto fotografo centese.
maggiori informazioni


Anticipazioni prossimi eventi

Giovedi 24 maggio, ore 21.00
Auditorium Centro Pandurera
Nell’ambito dell’iniziativa
IL MITO DELL’AMERICA NELLA PERIFERIA EMILIANA. SULLA STRADA DA WOODY GUTHRIE A SPRINGSTEEN PASSANDO PER DYLAN

Concerto dedicato a Bob Dylan
Ingresso gratuito

Domenica 20 maggio, ore 10.30
Cento, Rocca
Inaugurazione della mostra storico-documentaria
CAMPANE E CAMPANARI NEL BOLOGNESE E NEL CENTESE. UNA TRADIZIONE SECOLARE

Domenica 27 maggio, dalle ore 9.30 alle 17.30
Cento, centro storico
52° RADUNO NAZIONALE CAMPANARI
incontri, conferenze e esibizioni dedicati all’arte campanaria

Tra la via Emilia e il West

Tre concerti dedicati a Woody Goothrie, Bruce Springsteen e Bob Dylan ed una mostra fotografica di Franco Fontana ambientata nella leggendaria Route 66 per ripercorrere con musica e immagini il mito americano

locandina dell'iniziativa

Il Comune di Cento, Assessorato alla Cultura, propone l’evento musicale
“Il MITO DELL’AMERICA NELLA PERIFERIA EMILIANA
Sulla strada da Woody Guthrie a Springsteen passando per Dylan
,
tre concerti dedicati a tre giganti del panorama musicale statunitense nel tentativo di tracciare idealmente i contorni dell’affascinante mito americano.

Un mito, quello statunitense che coniuga e fonde tensioni anarchiche, spinte imperialiste, giungle urbane e orizzonti naturali mozzafiato e che, tra oggetti simbolo e personaggi leggendari, trasversalmente ancora affascina generazioni di persone distanti geograficamente, ideologicamente e culturalmente.

Apre la rassegna il concerto dedicato a Woody Guthrie, il 3 aprile, nella Sala polivalente di Casumaro. La serata dedicata a Guthrie, punto di riferimento per la musica folk, autore di numerosi blues parlati e precursore della successiva canzone di protesta, sarà introdotta da Raul Melotto e vedrà esibirsi i gruppi americani James Fullbright e Andrew Hardin, con l’opening act affidato ai The Gang.

Il concerto del 14 aprile, nella Sala teatro polivalente di XII Morelli, è invece dedicato alle sonorità energiche e dirompenti del Boss per eccellenza della musica rock americana: Bruce Springsteen. Mauro Zambellini introdurrà il concerto, che vedrà protagonista la Greg Trooper Band, preceduta da John Strada.

Nella serata conclusiva del 24 maggio, all’Auditorium del Centro Pandurera di Cento, ci introdurrà alle note della canzone impegnata di Bob Dylan, figura chiave del movimento di protesta americano. Introdurrà la serata Gianluca Morozzi e si esibiranno Joel Raphael, Massimo Bubola, Andrea Parodi, Max Larocca e varie band del territorio centese.

I concerti, tutti ad ingresso gratuito, si terranno alle ore 21.00.

Route 66

Il mito americano sarà anche ripercorso attraverso le superbe immagini dalla
mostra fotografica “FRANCO FONTANA: ROUTE 66”
curata da Sandro Parmiggiani.

La mostra presenta più di 150 immagini realizzate nel 2001 dal noto fotografo emiliano lungo le 2.248 miglia che congiungono Chicago a Los Angeles, seguendo la strada 66, autentico mito per la storia americana tanto da essere definita Mother Road, la madre di tutte le strade e l’unica ad aver ottenuto lo status – unico caso al mondo – di monumento nazionale.

Le sue immagini deserte assumono un sapore di sito archeologico, metafore del silenzio sceso su quei luoghi ora abbandonati, relitti quasi fossilizzati di cose che riescono però a trasmetterci ancora l’immaginazione di vite vissute, evocatrici di un mondo – pompe di benzina, insegne pubblicitarie, case, villaggi fantasma – che cade a pezzi e lentamente scompare, da un lato sopraffatto dalla natura che riprende progressivamente il sopravvento sui segni dell’uomo, dall’altro superato e dimenticato dal mondo della velocità e della modernità, che vive ormai questi percorsi come anacronismo.

La mostra, allestita presso il Museo “Sandro Parmeggiani” di Renazzo verrà inaugurata sabato 12 maggio, alle ore 18.00 e rimarrà in parete fino al 23 luglio 2012.

Ingresso libero.

Orari di apertura:
sabato, domenica e festivi, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 19.30.

Letteratura per ragazzi

FESTIVAL PREMIO LETTERATURA RAGAZZI FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI CENTO

Nelle giornate 29, 30, 31 marzo e 1 aprile 2012

Programma iniziative presso la Biblioteca Civica Patrimonio Studi

Giovedì 29 marzo ore 15.00

Incontro con l’autore Tiberio Artioli, autore del libro “Il bambino coraggioso” (6-90 anni)

***************************

ore 17.00

ScriVere Lettere

Un percorso dimostrativo sull’evoluzione della calligrafia e degli strumenti per scrivere realizzato dalla calligrafa Barbara Calzolari (9-90 anni)

****************************

Sabato 31 marzo ore 11 Piazza Guercino

Libruncolo

Lettura animata con Marco Bertarini

Uno strano personaggio presenterà ai bambini bizzarri libri, come il libro di corda, il libro scritto dalle lumache, il libro extra-terreste e tanti altri libri mai visti

(4-7 anni)

******************************

ore 16 Biblioteca Civica

Incontro con l’autore Guido Quarzo, finalista del Premio Letteratura Ragazzi con il libro “Il bambino che guarda l’isola” (9-90 anni)
INGRESSO LIBERO

ORARIO DI APERTURA
aperta dal lunedì al sabato mattina 8.30-13.00
lunedì, martedì, mercoledì, giovedì e venerdì pomeriggio 14.30-18.30

Visionart

VISIONART. Esperienze visive tra arte e cinema

Palazzo del Governatore, venerdì 9-16-23-30 marzo 2012, ore 21.00

Quattro sono le serate in cui il progetto e’ suddiviso: Futurismo, Jackson Pollock, Caravaggio, Jean-Michel Basquiat.
Quattro sono i diversi mondi dell’arte ispezionati e reinterpretati in modo dinamico attraverso proiezioni di film in Sala F. Zarri precedute da performance artistiche in Galleria d’arte moderna Bonzagni.
INGRESSO LIBERO

logo iniziativa

A partire da venerdi’ 9 marzo e a seguire venerdi’ 16, 23 e 30 marzo, alle ore 21.00, l’Assessorato alla Cultura promuove la rassegna Visionart, esperienze visive tra arte e cinema presso il Palazzo del Governatore. L’iniziativa intende porre l’attenzione sulla presenza iconografica dell’arte nel cinema allo scopo di avvicinare il pubblico all’immagine artistica da diverse prospettive.

Quattro sono le serate in cui il progetto e’ suddiviso:  Futurismo, Jackson Pollock, Caravaggio, Jean-Michel Basquiat; quattro sono i diversi mondi dell’arte ispezionati e reinterpretati in modo dinamico attraverso proiezioni di film in Sala F. Zarri precedute da performance artistiche in Galleria d’arte moderna Bonzagni. L’intento e’ quello di presentare una carrellata variopinta ed eterogenea di arte e cinema, riconoscendone la loro peculiarità e la loro mutua influenza.

Le esperienza visive proposte in Galleria vogliono essere una sorta di happening creativo, dove si mescolano espressioni artistiche diverse, unendosi in un’intensa espressione corale. La danza, la pittura, la musica, i video, fusi insieme per restituire un’immagine di un’epoca o una cifra stilistica di un autore.

Tutte le proiezioni in Sala Zarri saranno inoltre anticipate da una breve presentazione che risalta ed evidenzia annotazioni e curiosità.

Venerdi’ 9 marzo la serata sara’ dedicata al Futurismo. Nelle sale della Galleria d’Arte Moderna Aroldo Bonzagni il movimento artistico sara’ rappresentato dalle movenze di una ballerina dipinta con geometrie futuriste che si animera’ al ritmo delle audaci parole del Primo Manifesto Futurista. In seguito, presso la sala Zarri, si proiettano un cortometraggio futurista ed il “Gli uomini che mascalzoni…” di Mario Camerini.

Una sintetica prefazione all’arte informale ed all’action painting anticipa la perfomance dedicata a  Jackson Pollock venerdì 16 marzo. La  proiezione del cortometraggio dedicato all’autore fa da quinta ai passi di danza di una danzatrice, la quale muovendosi all’unisono con le azioni del pittore, rivela suggestive sensazioni. Il film “Pollock “ di Ed Harris chiude magicamente la serata.

Venerdì 23 marzo protagonista e’ l’arte di Caravaggio: l’esibizione “Un te’ con Caravaggio” e’ il titolo della serata che avra’ il carattere teatrale di una pièce minimalista, una sorta di “conversazione-danzante” immersa  in luci ed ombre che ricordano l’intensa aura dei dipinti del pittore. A seguire l’immaginifica opera di Derek Jarman “Caravaggio” in Sala F. Zarri.

La serata conclusiva di venerdi’ 30 marzo, dedicata al discusso artista Jean Michel Basquiat, avra’ un sapore  graffiante. La musica, la video-installazione fanno da scenario ad una azione di scrittura murale e graffitismo. La “poesia di strada” e le controverse opere dell’autore si fondono in un unico  vitale affresco. L’appassionante film di Julian Schnabel “Basquiat” suggella la fine della rassegna.

L’ingresso alle serate e’ libero.

Platealmente 2012

Al via le rassegne  “Platealmente 2012 – Musica a Teatro” e “Stile Libero In Blue”

Mercoledì 25 Gennaio
Teatro Alice Zeppilli
Pieve di Cento BO

VINCENZO SCRUCI
Cantautorato
support act Alex Di Salvatore

Ingresso 7,00 €

info e prenotazioni
www.theclan.it



Martedì 17 Gennaio

Stile Libero
Cento FE

BOCEPHUS KING

Roots Rock da Vancouver

Martedì 24 Gennaio

Stile Libero
Cento FE

JAMES MADDOCK BAND

feat David Immergluck from Counting Crows

Roots Rock da New York City

Stile Libero Fun Food & Drink

Via Bologna, 40 – Cento (FE)

www.stileliberoinblue.it

Il fascino della terracotta

Periodo
27 novembre 2011 – 11 marzo 2012

Orari di Apertura
Da martedì a domenica
9.30-12.30/14.30-18.30
Chiuso il lunedì

Ingresso Gratuito
prenotazione obbligatoria
per scolaresche e gruppi

Ufficio Stampa
Studio Pesci srl
Via San Vitale, 27
40125 Bologna
Tel 051-269267
Fax 051-2960748
info@studiopesci.it
www.studiopesci.it

Comune di Cento

Associazione
Amici della Pinacoteca Civica di Cento

presentano

IL FASCINO DELLA TERRACOTTA
Cesare Tiazzi (1743 – 1809), uno scultore
tra Cento e Bologna

27 novembre 2011 – 11 marzo 2012
Pinacoteca Civica di Cento (FE)
Via Giacomo Matteotti 18

Comunicato Stampa

Il 26 Novembre alle ore 10.00, presso la prestigiosa Sala Gnudi della Pinacoteca Nazionale di Bologna si terrà la Conferenza Stampa di presentazione della mostra  “Il fascino della terracotta, Cesare Tiazzi (1743 – 1809), uno scultore tra Cento e Bologna”, alla presenza di Luigi Ficacci (Soprintendente per i Beni storici, artistici ed etnoantropologici di Bologna), Claudia Tassinari (Assessore alla Cultura del Comune di Cento), Cristina Grimaldi Fava (Presidente Associazione Amici della Pinacoteca e curatrice della mostra), Massimo Medica (Direttore dei Musei Civici di Arte Antica di Bologna), Stefano Borghi (Presidente Associazione Imprenditori Centesi per la Cultura), Antonella Mampieri (Curatrice della mostra), Eugenio Riccomini (Storico dell’Arte e Presidente del Comitato Scientifico della mostra).

A seguire, sarà messo a disposizione dei giornalisti accreditati un pullman per raggiungere la Pinacoteca Civica di Cento, dove sarà possibile visitare in anteprima la mostra, ricevere il catalogo edito dalla Silvana Editoriale e pranzare con i curatori.

L’inaugurazione della mostra al pubblico avverrà lo stesso giorno, sabato 26 novembre alle ore 17.00, presso il Teatro Comunale “G. Borgatti” di Cento, alla presenza dei curatori, del Presidente del Comitato Scientifico Prof. Eugenio Riccomini e delle Autorità competenti. La mostra, promossa dal Comune di Cento e dall’Associazione Amici della Pinacoteca Civica di Cento e sponsorizzata dall’Associazione Imprenditori Centesi per la Cultura, ha un duplice scopo: da un lato riscoprire e valorizzare la figura di Cesare Tiazzi, scultore centese di talento, attivo nella seconda metà del Settecento e meritevole oggi di una rinnovata attenzione; dall’altro di approfondire la conoscenza del vasto e mai abbastanza indagato universo della scultura in terracotta tra Cento e Bologna.

L’attività di Cesare Tiazzi si svolse prevalentemente a Cento, ma le sue opere e la sua formazione artistica risentirono indubbiamente del linguaggio elaborato dagli scultori bolognesi, maestri nella lavorazione della terracotta, materiale che Tiazzi predilesse e seppe lavorare con sapiente espressività.

Ecco perché accanto alle opere dell’artista saranno esposte sculture in terracotta, molte delle quali inedite, dei maggiori scultori bolognesi tra Sette e Ottocento. Dai maestri di riferimento di Tiazzi, come Giuseppe Maria Mazza, Angelo Gabriello Piò e Andrea Ferreri, ai suoi contemporanei come Filippo Scandellari, Ubaldo Gandolfi, Clarice Vasini, Giacomo De Maria, Giovanni Putti e altri, sarà possibile ricreare in mostra  quel panorama artistico della scultura in terracotta a Bologna, che sicuramente influì sull’artista e sulla sua opera.

La riscoperta di Tiazzi nasce dalla volontà del Comune di Cento e dell’Associazione Amici della Pinacoteca Civica centese di promuovere il restauro delle sue sculture presenti a Cento e nei dintorni, a cominciare dalla sua opera più importante, il gruppo in terracotta policroma La Pietà con San Francesco (1778), custodito nei depositi della Pinacoteca Civica e composto di due statue, la Madonna con il Cristo morto e San Francesco inginocchiato.

Negli ambienti espositivi della Pinacoteca, lungo un percorso tematico, saranno accostate alla Pietà tutte le opere conosciute dell’artista, restaurate per l’occasione, e altre opere dei maggiori scultori bolognesi disposte lungo un percorso tematico articolato in diverse sezioni, dedicate ai soggetti più frequenti e cari alla devozione popolare (il Presepe, la Passione, la Madonna col Bambino, i Santi), e ad alcuni temi profani.

A quarant’anni dagli studi fondamentali sulla scultura barocca emiliana di Eugenio Riccomini e a vent’anni dalla mostra “Presepi e terrecotte”, organizzata presso i Musei Civici di Arte Antica di Bologna, questa mostra vuole offrire al pubblico e agli studiosi una nuova occasione per arricchire la conoscenza su un campo estremamente affascinante e ancora relativamente inesplorato della storia dell’arte e della produzione artistica.

Bibliografica a Cento

Domenica 18 settembre, a Cento (FE), sotto i portici di via Matteotti, ritornerà BiblioGrafica, Mostra mercato scambio di libri usati, rari, fuori commercio, e di stampe, grafica e collezionismo cartaceo in genere.

Saranno presenti librai professionisti e collezionisti, provenienti da noti studi bibliografici di Emilia Romagna, Toscana, Veneto, Lombardia e Liguria, per un totale di oltre 140 metri di esposizione.

Nata per iniziativa dell’Associazione Culturale “BiblioGrafica”, in collaborazione con il Comune di Cento e con la Pro Loco, la manifestazione, che ha visto il suo debutto nello scorso aprile, è in continua crescita di consenso e si affianca all’ormai consolidato “Mercatino delle cose antiche”, arricchendone l’offerta con un settore dedicato che attira  un pubblico di appassionati, attratti dalla certezza di trovare opere interessanti.

Fin dalla prima edizione, infatti, “BibilioGrafica” si è caratterizzata  per la presenza di una grande varietà di testi a stampa (tra gli altri alcune “cinquecentine”) di ogni genere, dal saggio storico al testo scientifico, dalla letteratura al catalogo d’arte, dal libro religioso ai fumetti da collezione …

Accanto ai libri, sarà possibile trovare stampe, manifesti, locandine cinematografiche, opere di grafica contemporanea.

L’appuntamento si rinnoverà poi ogni terza domenica del mese.

Per informazioni: bibliografica.cento@libero.it; cell. 338/7209186

Nella stessa occasione sarà aperta la libreria “amica” Il Posto delle Fragole, sita in Cento in Borgo del Ghetto n. 8 (orario 10-13).