Maria Paiato al Comunale

TEATRO COMUNALE DI FERRARA
sabato 24 novembre – ore 21 – Turno A
domenica 25 novembre – ore 16 – Turno E

MARIA PAIATO IN
ANNA CAPPELLI, UNO STUDIO

di Annibale Ruccello
regia Pierpaolo Sepe
scene Francesco Ghisu
costumi Gianluca Falaschi
luci Carmine Pierri

ACQUISTA ON-LINE

maria paiato torna a ferrara con anna cappelli DI RUCCELLO
UNA STORIA DI FOLLIA E DI PIETÀ

A tre anni da L’Intervista (stagione di Prosa 2009/2010), Maria Paiato è di nuovo in scena al Teatro Comunale di Ferrara con Anna Cappelli di Annibale Ruccello, secondo spettacolo della stagione di Prosa 2012/2013. Sabato 24 e domenica 25 novembre, l’attrice – che è nata a Stienta ma a Ferrara ha studiato e si è formata – ritorna per la seconda volta da protagonista sul palcoscenico di quella che considera a tutti gli effetti la sua città. Lo spettacolo è una produzione della Fondazione Salerno Contemporanea Teatro Stabile di Innovazione. La regia è firmata da Pierpaolo Sepe, le scene sono di Francesco Ghisu, costumi di Gianluca Falaschi, luci di Carmine Pierri.
Maria Paiato è considerata una delle più grandi attrici del teatro italiano. Tra i numerosi riconoscimenti, ricordiamo due premi Ubu (2005 e 2006), due Olimpici del Teatro (2004 e 2007), la Maschera d’Oro 2005 e il Premio Eleonora Duse 2009. Dopo l’esordio nella Maria Zanella e la consacrazione di Erodiade, si conferma ancora una volta incontrastata padrona della scena nell’interpretazione di questo nuovo personaggio: “La migliore Anna Cappelli che finora si sia vista e ascoltata, la più intensa e commovente, la più fraterna e inquietante”, come ha scritto il critico teatrale Enrico Fiore sul Mattino di Napoli.
Il monologo racchiude una storia piccola che ha come protagonista una persona comune osservata mentre scivola nella follia fino a farsi “mostro”, ma che Annibale Ruccello – geniale drammaturgo scomparso a soli trent’anni a meta degli anni Ottanta – colma di pietà, la pietà per i deboli, i traditi, i pazzi, i disperati, gli emarginati. Anna Cappelli è una donna che vive in una cittadina di provincia. Impiegata al Comune, ha  una stanza in affitto da una fastidiosa signora. Dopo anni estenuanti passati in solitudine e ostilità verso il mondo, cerca un compagno di vita. S’innamora di Tonino Scarpa, ragioniere, che non la vuole sposare, ma vuole vivere con lei. Accetta, ma viene emarginata da tutti. Dopo anni di vita comune, lui decide di vendere l’appartamento, cacciarla di casa e trasferirsi in Sicilia. A questo punto scatta in Anna qualcosa che la spinge verso la f ollia. La sua risposta alla solitudine dopo l’ennesimo abbandono sarà violentissima e insieme teneramente straziante. Anna è una delle figure deliranti di Annibale Ruccello, contaminate da una solitudine usuale e dilagante entro la quale, come in un bozzolo corrotto, si annida l’angoscia più profonda dell’esistenza. Ossessionata dall’idea di avere qualcosa di suo che le appartenga oltre ogni cambiamento, diventa parabola di un furore del possesso, inteso come unico antidoto a quell’irrimediabile perdita che è l’esistenza nella sua veste più brutale.
Afferma il regista Pierpaolo Sepe: “Il testo è insidioso e pieno di trabocchetti. Il delirio naturalistico e minimale, ambientato in una miserabile Italietta degli anni Sessanta, a una lettura poco attenta può sembrare scarsamente dotato di una vena originaria limpida e necessaria; ma a uno sguardo più accorto non sfugge la mostruosa e depravata sottocultura piccolo-borghese che invade ogni respiro del dramma, incarnandosi in una donnina in apparenza docile e insignificante. L’intelligenza dell’autore sta nel nascondere, dietro la follia della normalità, un processo culturale drammatico che ha vissuto il nostro paese: la protagonista del dramma porta in sé la miseria degli anni in cui divenne importante avere piuttosto che essere”.
Lo spettacolo sarà in scena al Teatro Comunale con due repliche: sabato 24 novembre alle 21 (turno A); domenica 25 novembre alle 16 (turno E). Biglietti da 8 a 30 euro. Info: 0532 202675 – http://www.teatrocomunaleferrara.it

Sviluppo sostenibile

Sabato 17 novembre si terrà a Ferrara la “Settimana dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile UNESCO” organizzata da Ferrara in Transizione, con il patrocinio del Comune di Ferrara e la collaborazione del Centro Idea.  Presso  i locali dei Bagni Ducali per tutto il giorno ci sarà la possibilità di animare, conferenziare, mangiare, proporre storie, incontrarci ed incontrare…ci sarà il banchetto di ARCIPELAGO SCEC per nuove iscrizioni e per gestire una giornata di BARATTO di oggetti e vestiti attraverso lo SCEC.

Una presentazione di Arcipelago si terrà nella mattinata per illustrare lo SCEC e il suo funzionamento.
Consultate il sito per tutti i dettagli

Mostre a Ferrara

EDIZIONI PULCINOELEFANTE Di Alberto Casiraghy
Casa di Ludovico Ariosto
Via Ariosto 67
Orario:
10.00-13.00/15.00-18.00; domenica 10-13 – chiuso lunedì e festivi infrasettimanali
Ingresso: gratuito
Dal 22 settembre al 25 novembre
Informazioni
Tel. 0532 244949
In occasione dei 30 anni della casa editrice vengono esposti alcuni libri d’arte
cod. 14
HORTUS SICCUS DEL LICEO ARIOSTO Scrigno di biodiversità
Palazzo Turchi di Bagno – Sala Mostre Temporanee
C.so Ercole I d’Este 32
Orario:
9.00-18.00; venerdì 9.00-16.30; chiuso sabato e festivi
Ingresso: libero
Dal 16 ottobre al 30 novembre
Informazioni
Tel. 0532 293782
La rassegna espone exiccata della flora locale e di alta montagna e presenta disegni scientifico-naturalistici, cartelloni didattici, modelli botanici, strumenti per realizzare un erbario.
cod. 19
QUALCHE VOLTA, DI NOTTE Omaggio ad Antonioni
Maria Livia Brunelli Home Gallery
Corso Ercole I d’Este, 3
Orario:
sab. e dom. 15.00-19.00; gli atri giorni su appuntamento
Ingresso e visita guidata: gratuito
Dal 29 settembre al 2 dicembre
Informazioni
Tel. 346 7953757
mlb@marialiviabrunelli.com
Personale di Silvia Camporesi
http://www.marialiviabrunelli.com
cod. 25
LEGGERE ANTONIONI
Palazzo Paradiso – Biblioteca Ariostea – Sala Ariosto
Via Scienze 17
Orario:
9.00-19.00; sabato 9.00-13.00; festivi chiuso
Ingrsso: gratuito
Dal 23 ottobre
Informazioni
Tel. 0532 418212
L’esposizione propone una sessantina di libri, racconti, sceneggiature, saggi sulla sua opera di regista.
cod. 30
LE LACRIME DI EROS
Galleria del Carbone
Via del Carbone 18/a
Orario:
17.00-20.00; sabato e festivi anche 11.00-12.30 – Martedì chiuso
Ingresso: gratuito
Da 1 a 18 novembre
Informazioni
Tel. 393 9546489
Personale di Paola Paganelli
cod. 36
6aBF
Castello Estense – Sale Imbarcadero 1
Orario:
10.30-17.30
Ingresso: libero
Dal 3 all’11 novembre
Informazioni
Sesta Biennale Internazionale d’Arte a Ferrara. Collettiva
cod. 40
I AM LAIKA Art for animals
Terry May Home Gallery
Via Porta San Pietro 56
Orario:
Visite su appuntamento
Dal 3 al 30 novembre
Informazioni
Tel. 320 9019341
Collettiva che sottolinea molti aspetti della vita quotidiana che minano la natura
cod. 80
DANIELE CESTARI
Idearte Gallery
Via Terranuova 41
Orario:
10.30-13.00 / 17.00-20.00 – Chiuso givedì pomeriggio e domenica
Ingresso: libero
Dal 4 al 30 novembre
Informazioni
Tel. 0532 1862076 / 340 7609597
Personale dell’artista
cod. 80
11 NUOVI SGUARDI SU ANTONIONI
Horti della Fasanara
Via delle Vigne 34
Orario:
15.00-19.00; sabato e domenica 15.00-18.00
Ingresso: libero
Dal 28 settembre al 2 dicembre
Informazioni
Tel. 338 1543721 / 347 4589036
Collettiva di opere ispirate ai film di Antonioni
cod. 80
TERREMOTO IN PIANURA PADANA
Biblioteca Bassani – Spazio espositivo
Via Grosoli 42 – Barco
Orario:
dal martedì al sabato dalle 9 alle 13; martedì, mercoledì e giovedì anche dalle 15 alle 18,30
Ingresso: gratuito
Dal 17 ottobre al 17 novembre
Informazioni
tel. 0532 797414
In mostra gli scatti di Jimmy Michele Valieri realizzati il 21 maggio scorso in alcuni dei paesi più colpiti dal terremoto emiliano
cod. 85
IL VIAGGIO… nel sogno
Spazio d’Arte L’Altrove
Via De Romei 38
Orario:
16.00-19.30 / chiuso giovedì e domenica
Ingresso: libero
Dal 10 al 24 novembre
Informazioni
Tel. 0532 1824984
Collettiva di arte visiva contemporanes a cura di F. Mariotti, M. Rigamonti e S. Greggio
http://www.artelaltrove.it
cod. 89
A VOLTE RIDO LO SPAZIO DI UNA NOTTE
Torrione Art Gallery
Via Rampari di Belfiore 167
Orario:
serate di programmazione jazz club o previo appuntamento
Dal 15 ottobre al 29 dicembre
Informazioni
Tel. 339 6116217
Suggestiva installazione di E. Leonini e S. Dell’Onze
cod. 89
NUVOLE URBANE International face off
Alchimia Room and Breakfast
Via Borgo dei Leoni 122
Orario:
10.30-19.00
Ingresso: libero
Dal 6 ottobre al 18 novembre
Informazioni
Tel. 0532 1864656
cod. 90
LE FIGURE DELLA DANZA
Ridotto del teatro
Rotonda Foschini
Orario:
In occasione degli spettacoli in programma o su prenotazione
Dal 9 ottobre al 10 dicembre
Informazioni
Tel 0532 218326
20 piccole terrecotte dello scultore ferrarese maurizio Bonora
cod. 91
SMASH ART Scossi dall’arte
Patchanka
Via Ricostruzione 61, Pontelagoscuro
Orario:
Novembre
Informazioni
Rassegna di artisti emergenti: fotografi, pittori, designer, illustratori.

Personale di davide Rossi

cod. 99
11 NUOVI SGUARDI SU ANTONIONI
Circolo Arci Zuni
Via Ragno 15
Orario:
19.00-1.30 – chiuso il lunedì
Ingresso: libero
Dal 2 al 25 novembre
Informazioni
Parallelamente all’esposizione in corso agli Horti della Fasanara, saranno presentate presso Zuni alcune delle opere realizzate dagli undici artisti partecipanti accanto a nuove interpretazioni dei progetti svolti.
cod. 99
RIFLESSIONI
IBS.it bookshop
P.zza Trento Trieste
Orario:
apertura negozio
Ingresso: libero
Dal 20 ottobre al 17 novembre
Informazioni
Tel. 0532 241604
Esposizione fotografica di Benedetta Biscaro
cod. 99
ASPETTANDO ANCORA UN GRIDO Frammenti d’autore dall’opera di Michelangelo Antonioni
Hotel de Prati
via Padiglioni 5
Orario:
11.30-22.00
Ingresso: libero
Fino al 28 febbraio 2013
Informazioni
Tel. 0532 241905
Personale di Enrico Bovi
cod. 99

Continua AmbientaLibri

Sabato 27 ore 9.30 – AMBIENTALIBRI Festival di Letteratura Ambientale

Nicola Armaroli e Vincenzo Balzani – ENERGIA PER L’ASTRONAVE TERRA
Intervengono gli Autori.
Un libro di grande successo sul tema dell’energia, vincitore del premio Galileo per la divulgazione scientifica, ritorna in una versione interamente aggiornata e con due nuovi capitoli dedicati alla situazione italiana. Sfatando miti diffusi e fornendo informazioni puntuali, mostra anche come sia infondato lo scetticismo di molti ascoltati opinionisti sul presente e sul futuro delle energie rinnovabili. Questa è la fonte giusta per chi vuole documentarsi con dati solidi e capire i veri termini del problema energetico che l’Italia deve rapidamente affrontare e risolvere.
Nicola Armaroli, dirigente di Ricerca del CNR, Consiglio nazionale delle ricerche, studia nuovi materiali per la conversione dell’energia solare e lo sviluppo delle nuove tecnologie di illuminazione. Coordina progetti di ricerca internazionali e, quando può, si dedica alla divulgazione della scienza sui temi dell’energia e delle risorse.
Vincenzo Balzani, professore emerito di chimica all’università di Bologna, è Grande Ufficiale della Repubblica per meriti scientifici e Accademico dei Lincei. I suoi studi riguardano la fotosintesi artificiale e l’ideazione di dispositivi e macchine molecolari. Alla ricerca scientifica affianca un’intensa attività di divulgazione sul rapporto fra scienza, società e pace, con particolare riferimento ai temi dell’energia.
A cura di Legambiente – Circolo il Raggio Verde di Ferrara
presso Biblioteca Ariostea, Via Scienze 17, Ferrara

Palazzo Diamanti

Dal 13 ottobre 2012 al 13 gennaio 2013 i capolavori dei più importanti artisti ferraresi dell’Ottocento e del Novecento, quali Boldini, Previati, Mentessi, Minerbi, Melli, Funi e De Pisis, insieme ad un nucleo di opere di altri grandi maestri italiani come Gemito, Boccioni, Carrà e Sironi saranno in mostra a Ferrara.

Boldini, Previati e De Pisis. Due secoli di grande arte nei musei ferraresi, che presenta una selezione di opere appartenenti alle Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea di Ferrara, è stata sollecitata dalla chiusura del complesso di Palazzo Massari che le ospitava, in seguito al sisma che nel maggio scorso ha colpito l’Emilia-Romagna. Fino a quando non verranno eseguiti importanti lavori di consolidamento dell’edificio, i tesori d’arte che esso custodiva non saranno fruibili. Di qui la decisione di dare loro visibilità, sia pure temporanea, in una mostra a Palazzo dei Diamanti, per sottolineare l’importanza e la qualità del patrimonio di Palazzo Massari ma anche per sensibilizzare alla salvaguardia di questo e di altri beni artistici danneggiati dal terremoto.

Antonioni Il deserto rosso
Per dar spazio a questa rassegna, la mostra Lo sguardo di Michelangelo. Antonioni e le arti, già programmata per il prossimo autunno, è stata posticipata alla primavera 2013 (10 marzo – 9 giugno 2013). L’esposizione, che presenta una selezione significativa di opere, oggetti e documenti provenienti dal suo archivio personale, acquisito e conservato dal Comune di Ferrara, si inserisce nel calendario delle celebrazioni per il centenario della nascita del regista e ripercorrerà la parabola creativa di Antonioni accostando i suoi lavori a opere di grandi artisti, come De Chirico, Morandi, Rothko, Pollock, Burri e Vedova, e offrendo un inedito e suggestivo dialogo tra film e pittura, letteratura e fotografia.

Zurbaran Santa Casilda
Inoltre, la conferenza è stata l’occasione per annunciare altre due imperdibili rassegne: Zurbarán (1598-1664) e Matisse. Il pittore e la sua modella.

La prima (14 settembre 2013 – 6 gennaio 2014) darà al pubblico l’opportunità di scoprire uno dei massimi esponenti della pittura spagnola del Seicento: Francisco de Zurbarán. Il pittore, che ha conosciuto in vita una straordinaria notorietà, è noto per la sua capacità di interpretare il fervore religioso della sua epoca con immagini quotidiane e sovrannaturali, intime e grandiose.

Matisse Odalisca
Dal 22 febbraio al 15 giugno 2014, seguirà l’esposizione dedicata al tema eminentemente matissiano della figura. Sebbene il genio di Matisse abbia tratto ispirazione da generi diversi per imprimere un corso nuovo all’arte del Novecento, la rappresentazione del modello ha assorbito gran parte delle sue energie durante la sua carriera e ha trovato espressione nelle diverse tecniche da lui sperimentate, dando forma ad alcuni suoi massimi capolavori. Il tema della mostra permette dunque di evocare l’intera percorso artistico del maestro francese e di riservare particolare attenzione al rapporto tra la sua produzione pittorica e quella scultorea e disegnativa.

Informazioni
Call Center Ferrara Mostre e Musei
Tel. 0532 244949

I rapporti allo specchio

E’ un percorso esperienza composto di diversi esercizi, meditazioni e brevi momenti teorici. I partecipanti sperimentano personalmente cosa sia lo strumento degli specchi che permette, a chiunque l’abbia acquisito, di comprendere in modo indipendente come le persone e le situazioni della propria vita quotidiana siano un aiuto per la propria crescita e siano ricche di significato.
.
In una società che cerca di dividere le persone attraverso i tutti i modelli che propone, facendoci anche credere di essere impotenti a cambiare le cose, diventiamo in grado con questa ritrovata conoscenza degli specchi, della fondamentale unità che abbiamo con chi ci circonda, di come questa unione ci sia d’aiuto a migliorare la qualità della nostra esistenza e del modo in cui possiamo contribuire al cambiamento.
Il corso si terrà in zona Via Comacchio – Villa Fulvia.  (Ferrara – zona sud est) info@lavianaturale.it

Passeggiate culturali

Art. 9. La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione.

Giovedì 4 Ottobre

Nel Rinascimento ferrarese

La Pinacoteca Nazionale di Ferrara e l’Addizione erculea

Appuntamento e  partenza  ore  10.30  e  ore  15.30

Davanti all’ingresso di Palazzo dei Diamanti, Corso Ercole I° d’Este, 21

La visita guidata avrà la durata di circa 2 ore ed è ad offerta libera

La visite guidate sono a cura di Alessandro Gulinati – Informazioni: tel. 340-6494998

E’ una azione a sostegno del Cantiere Aperto all’Oratorio dell’Annunziata

in via Borgo di Sotto, 47 – Ferrara

Poesia in Ariostea

Martedì 2 ore 17 – POESIA IN ARIOSTEA

Gabriella Veroni Munerati – INTERMEZZO (Este Edition, 2012)
Dialoga con l’Autrice Roberta Roncagli e Riccardo Roversi
Un delicato intermezzo di poesie bucoliche e d’amore, come si evoca in quarta di copertina a firma di Riccardo Roversi: “Le melanconie campestri affiorano dai fossi colmi, negli scoli che tagliano i frumenti. I loro agguati colgono precisi, a tradimento nel diaframma. Allora i visi che sappiamo si profilano nel volo dei rondoni e le parole, le più sciocche, che abbiamo sparse dentro ai campi oppure sciolto alle stellate si ridestano e rispiano, dalle chiuse e dai canali, dalle aie nelle corti, dai fienili disperati. Quasi pudiche di noi”.
Gabriella Veroni Munerati nata a Ferrara, è sensibile poetessa. Suoi testi hanno conseguito premi, segnalazioni e riconoscimenti ed è fine interprete delle sue composizioni. Ha pubblicato poesie su periodici, antologie e riviste letterarie. Nel 2009, con la stessa casa editrice ha pubblicato la silloge poetica Di te e di me, corredata da dipinti di Giancarlo Munerati. Ecologista, trae emozioni dalle voci della natura e dalle bellezze di Ferrara.

» Mercoledì 3 ore 17 – INVITO ALLA LETTURA
Franco Mari – LA GILDA (Este Edition, 2012)
Dialoga con l’Autrice Riccardo Roversi
Era ormai finita la guerra e a Roma non c’erano tante altre occasioni per sbarcare il lunario. Mentre quello sconosciuto consumava la sua marchetta e il suo fiato sopra di lei, la ragazza con i capelli dorati si trovò a ripensare a qualche anno prima, nel 1937, quando sua madre le aveva proposto di andare a Roma a servizio come domestica presso i Bonfiglioli, una ricca famiglia ebrea che abitava in un signorile palazzo in Via del Corso…
Franco Mari è nato a Portomaggiore nel 1956 e vive a Ferrara, dove esercita la professione di medico chirurgo. Nel novembre 2011 ha pubblicato il suo primo romanzo Il tesoro di San Leo.

» Giovedì 4 ore 16,30 – SCRITTURA CREATIVA
MA CHISSÀ COSA MI ERO FUMATA – Riflessioni di donne tra gioco e realtà
Alla presenza delle Autrici dei testi intervengono Rita Montanari, docente e scrittrice, e Gugliemo Russo, psichiatra
È il frutto di un laboratorio di scrittura creativa coadiuvato da Rita Montanari, iniziato nel 2009 che ha visto il lavoro di donne di età diverse, operatrici e utenti del centro diurno Arcobaleno di Codigoro e del Servizio Psichiatrico di Portomaggiore e Argenta. Visti gli ottimi risultati ottenuti, l’anno successivo i professionisti dei servizi hanno proposto una seconda edizione del progetto, svoltasi tra febbraio e marzo 2010. Al termine della seconda iniziativa, si è deciso di non lasciare il materiale raccolto nascosto in un cassetto, bensì di pubblicarlo.
A cura di Comune di Portomaggiore e Centro di Salute Mentale di Portomaggiore e Codigoro

» Venerdì 5 ore 17 – IN GRAN SEGRETO Rassegna di Poesia Contemporanea
LA POESIA DI SILVIA COMOGLIO –
Il tuo guardarmi
È l’immagine riflessa
Di lunga spogliazione,
Luce in cui dovremmo
Essere ritorno
Massima di canto,
Eco di refoli segreti
Questo che ci chiede Silvia Comoglio: di partecipare a un’esperienza tendenzialmente mistica, di abbandonarci a un tempo di lettura in dialogo diretto con l’interiorità, un tempo assoluto, che pretende l’intero, il corpo e l’intelletto, l’occhio e il tatto, con l’udito in primo piano, non prima tuttavia di avere assimilato la partitura, che appare chiara quando la poetessa legge in pubblico.(da Blanc de ta Nuque- uno sguardo sulla poesia italiana contemporanea)

Silvia Comoglio è nata nel 1969, vive a Verrua Savoia (TO) e lavora a Torino. Laureata in filosofia, si dedica alla pittura e all’approfondimento della lingua e della cultura russa. Ha pubblicato le sillogi poetiche Ervinca (LietoColle Editore, 2005 – menzione d’onore alla XX edizione del Premio Lorenzo Montano), Canti onirici (L’arcolaio, 2009 – finalista alla XXVI edizione del Premio Città di Adelfia e segnalato alla XXIV edizione del Premio Lorenzo Montano) e Bubo bubo (L’arcolaio, 2010).
A cura di Stefano Guglielmin, poeta e critico, ospite d’eccezione, e Matteo Bianchi.
Con il patrocinio di Regione Emilia-Romagna, Provincia e Comune di Ferrara, e Festival Internazionale, il sostegno di Hera, e la collaborazione di “Libreria Sognalibro” e Annalisa Ferrari.

Mostre a Ferrara

I CERVI DELLE NEBBIE
Museo di Storia Naturale
Via De Pisis 24
Orario:
9.00-18.00 – chiuso lunedì
Ingresso: euro 4,00
Dal 14 luglio al 30 settembre
Informazioni
Tel. 0532 203381
museo.storianaturale@comune.fe.it
Mostra fotografica sui cervi delle dune o cervi della Mesola. Le immagini della mostra sono tratte dal libro I cervi della nebbia
http://storianaturale.comune.fe.it
cod. 13
EDIZIONI PULCINOELEFANTE Di Alberto Casiraghy
Casa di Ludovico Ariosto
Via Ariosto 67
Orario:
10.00-13.00/15.00-18.00; domenica 10-13 – chiuso lunedì e festivi infrasettimanali
Ingresso: gratuito
Dal 22 settembre al 25 novembre
Informazioni
Tel. 0532 244949
In occasione dei 30 anni della casa editrice vengono esposti alcuni libri d’arte
cod. 14
LIBRI FASCISTI PER LA SCUOLA volti e sguardi della Resistenza
Museo del Risorgimento e della Resistenza – Aula didattica
Corso Ercole I d’Este, 19
Orario:
9.30-13.00; 15.00-18.00. Chiuso lunedì
Ingresso: gratuito
Da 1 settembre a 28 ottobre
Informazioni
Tel. 0532 205480 / 244949

Mostra storico documentaria
cod. 20
QUALCHE VOLTA, DI NOTTE Omaggio ad Antonioni
Maria Livia Brunelli Home Gallery
Corso Ercole I d’Este, 3
Orario:
sab. e dom. 15.00-19.00; gli atri giorni su appuntamento
Ingresso e visita guidata: gratuito
Dal 29 settembre al 2 dicembre
Informazioni
Tel. 346 7953757
mlb@marialiviabrunelli.com
Personale di Silvia Camporesi
http://www.marialiviabrunelli.com
cod. 25
LA SCRITTURA MUSICALE E IL LIBRO
Palazzo Paradiso – Biblioteca Ariostea – Sala Ariosto
Via Scienze 17
Orario:
9.00-19.00; sabato 9.00-13.00; festivi chiuso
Ingrsso: gratuito
Dal 20 agosto al 29 settembre
Informazioni
Tel. 0532 418212
L’esposizione propone codici, libri e documenti provenienti dai fondi della stessa Biblioteca e dal Centro di Documentazione Storica. Una rassegna di materiali che abbraccia un periodo storico che va dal Quattrocento agli anni Sessanta e Settanta del Novecento. Si potranno, così, percorrere seicento anni di storia della musica attraverso le testimonianze manoscritte del Medioevo e del Rinascimento, le scritture musicali della modernità e la produzione discografica del secolo scorso.
cod. 30
RETRO ASPETTATIVA
Idearte Gallery
Via Terranuova 41
Orario:
10.30-13.00 / 17.00-20.00 – Chiuso givedì pomeriggio e domenica
Ingresso: libero
Dal 3 al 31 settembre
Informazioni
Tel. 0532 1862076 7 340 7609597
Personale di Davide Fontanili
cod. 80
11 NUOVI SGUARDI SU ANTONIONI
Horti della Fasanara
Via delle Vigne 34
Orario:
15.00-19.00; sabato e domenica 15.00-18.00
Ingresso: libero
Dal 28 settembre al 2 dicembre
Informazioni
Tel. 338 1543721 / 347 4589036
Collettiva di opere ispirate ai film di Antonioni
cod. 80
LA MUSICA A FERRARA TRA OTTO E NOVECENTO Liutai e violinisti nelle carte dell’Archivio
Archivio Storico Comunale
Via Gioco del Pallone 8
Orario:
lun e ven. 9.00-13.00 / mar. e gio 15.00-17.30
Ingresso: gratuito
Fino al 29 settembre
Informazioni
Tel. 0532 418208
La mostra propone una piccola carrellata di documenti su maestri, allievi e violinisti che hanno suonato a Ferrara tra Otto e Novecento
cod. 84
SUMMER FRONT Parodia della libertà
Biblioteca Bassani – Spazio espositivo
Piazza Emilia – Barco
Orario:
dal martedì al sabato dalle 9 alle 13; martedì, mercoledì e giovedì anche dalle 15 alle 18,30
Ingresso: gratuito
Dal 15 settembre al 13 ottobre
Informazioni
tel. 0532 797414
La mostra raccoglie gli scatti di Fabio Negri, dedicati alla Costa Adriatica e ai suoi turisti
cod. 85
AUDREY HEPBURN: VARIAZIONI Opere collages, ommaggio a Audrey
Cafè di la Paix
P.tta Corelli 24/28
Orario:
18.30-24.00 – Chiuso domenica e lunedì
Ingresso: libero
Dal 24 settembre al 13 ottobre
Informazioni
Tel. 0532 762052
Personale di Sandra Boccafogli

Inaugurazione mercoledì 26 ore 18.30 Buffet con l’artista

cod. 88
IL VIAGGIO… nel futuro
Spazio d’Arte L’Altrove
Via De Romei 38
Orario:
16.00-19.30 / chiuso giovedì e domenica
Ingresso: libero
Dal 29 settembre al 14 ottobre
Informazioni
Tel. 0532 1824984
Collettiva di arte visiva contemporanes a cura di F. Mariotti, M. Rigamonti e S. Greggio
http://www.artelaltrove.it
cod. 89
BIANCA COME LA NEVE Immagini semplici per cuori leggeri
Hotel Annunziata – P.zza Repubblica 5
Poltrona Frau – C.so Porta Mare 8/a
Orario:
Apertura locali
Ingresso: libero
Dal 2 giugno al 30 settembre
Informazioni
Tel. 0532 209370
Mostra fotografica di Tiziano Menabò
cod. 90
ASPETTANDO ANCORA UN GRIDO Frammenti d’autore dall’opera di Michelangelo Antonioni
Hotel de Prati
via Padiglioni 5
Orario:
11.30-22.00
Ingresso: libero
Fino al 28 febbraio 2013
Informazioni
Tel. 0532 241905
Personale di Enrico Bovi

sabato 22 ore 18.30: Aperitivo di benvenuto alla mostra

Invito alla lettura

» Martedì 18 ore 17 – Invito alla lettura
Gina Nalini Montanari – TEMPO PERSO (Este Edition, 2012)
Dialoga con l’Autrice Gianni Cerioli
Intervengono Francesca Mellone e Riccardo Roversi
Questa serie di nuovi racconti, che Gina Nalini Montanari ci propone, è una sorta di romanzo sul tempo e su quanti nel tempo vivono. La sua è la narrazione di un soggetto agente nel mutevole flusso delle volubili cose del mondo e del loro procedere sempre più rapido. È un mondo fatto di realtà instancabili, di passaggi continui sino allo sfinimento e insieme di flussi temporali condivisi di modi diversi di abitare la vita. (Gianni Cerioli)
Gina Nalini Montanari, dopo anni d’insegnamento negli Istituti Scolastici Superiori, ha approfondito l’interesse per la ricerca storica, nel cui ambito ha affinato la tecnica del saggio narrato. Ha pubblicato diversi volumi, fra i più recenti: Santi e Chiese. Itinerario devozionale a Ferrara (2010) e Gino Poletti fra cielo e terra. (2011).
A cura di Società Dante Alighieri e Gruppo Scrittori Ferraresi.

» Mercoledì 19 ore 17 – ITALIANI BRAVA GENTE RILEGGERE I CARATTERI DEGLI ITALIANI
Anna Dolfi – GIORGIO BASSANI: LE STORIE FERRARESI
Introduce Gianni Venturi
Partendo da quanto ebbe a scrivere Bassani a proposito della geometria costruttiva dei suoi primi testi narrativi, verrà analizzata la struttura di un libro esistito, anche nella bibliografia dell’Autore, non più di una volta (con l’edizione einaudiana del 1960), e che pure, al di là dell’importanza dei singoli pezzi, si presenta già con un’architettura che configura en abîme il percorso del definitivo “Romanzo di Ferrara”.
Anna Dolfi insegna Letteratura Italiana Moderna e contemporanea alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Firenze. Studiosa di Leopardi, di poesia e di narrativa del Novecento, nell’ambito delle sue ricerche sulla malinconia ha avuto occasione di rivolgere particolare attenzione all’opera di Giorgio Bassani e di Antonio Tabucchi. Al grande scrittore ferrarese ha dedicato un commento (La Garza, Madrid 1995), due libri (di cui si ricorda almeno il secondo: Giorgio Bassani. Una scrittura della malinconia, Roma 2003), un volume di atti (in collaborazione con Gianni Venturi: Ritorno al “Giardino”. Una giornata per Giorgio Bassani, Roma 2006) e saggi.
A cura di Istituto Gramsci di Ferrara e ’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara. Con il patrocinio di Comune e Provincia di Ferrara.

» Giovedì 20 ore 17 – INVITO ALLA LETTURA
Bruno Civardi – MARIA TRAMAGLINO (Cortocircuito Edizioni, 2011)
Ne parla con l’Autore Gianna Vancini
Questo romanzo comincia là dove chiudeva il manzoniano Promessi Sposi e la protagonista, Maria, è quella “bella creatura” che Lucia e Renzo, a compimento del loro travagliato amore, mettono al mondo. Ma c’è anche altro: è un romanzo ricco di suggestioni e di pagine avventurose, che ci porta in un viaggio attraverso l’Italia del Seicento. La storia e il personaggio vengono qui affrontati con umiltà, con senso del piacere narrativo e con una buona dose di studio.
Bruno Civardi, vive a Stradella (Pavia), professore di Lettere, andando in pensione, sceglie di dedicare agli studenti di una vita questo romanzo. Ha partecipato con successo a vari concorsi sia di scrittura teatrale che di narrativa e poesia. Maria Tramaglino è il suo primo romanzo.
A cura di Associazione Gruppo Scrittori Ferraresi

» Venerdì 21 ore 17 – INVITO ALLA LETTURA
Silvia Cuttin – CI SAREBBE BASTATO (Edizioni Epika ,2011)
Introduce Piero Stefani
La storia di tre giovani cugini ebrei, di famiglie provenienti dall’Impero Austro-Ungarico, che negli anni Trenta del Novecento crescevano serenamente italiani in quella città accogliente e cosmopolita che era Fiume. Le leggi razziali italiane del 1938 sconvolsero la loro serenità e quella delle famiglie. I ragazzi furono espulsi da scuola e a tutti loro venne ritirata la cittadinanza. Le vite di Martino, Andi e Laci presero direzioni differenti e lontane.
Attraverso un racconto coinvolgente e di ampio respiro, conosceremo le difficoltà della vita quotidiana, la dura esperienza dell’emigrazione, gli orrori delle persecuzioni.

A cura di Istituto Gramsci di Ferrara