Lettera a un amico

barattieri

INF. canto XXI, cerchio VIII, Bolgia V, Barattieri

Un amico mi ha inviato il seguente link:
http://video.repubblica.it/edizione/torino/forconi-a-torino-chiudi-o-ti-facciamo-una-faccia-cosi/149683/148190

A lui ho risposto:
Allora vediamo di ragionare: la fonte presuppone che si voglia accreditare l’organizzazione come “fascista”, lo confermerebbero anche i tentativi di “infiltrazione” di Casa Pound e Forza nuova.
MA, stiamo sempre parlando di quello che dicono i media e, purtroppo, oggi nessuno pensa più diversamente dai media.

Praticamente è impossibile capirci qualcosa, se, ai nostri tempi, una verifica su due o tre fonti permetteva (fatta l’opportuna tara) di farsi una idea, oggi quante più fonti dicono la stessa cosa, meno c’è da crederci!

Alcune cose mi sembrano condivisibili (mi dirai tu se e fino a che punto):
– negli ultimi vent’anni la classe media si è impoverita (di pari passo con lo spropositato arricchirsi del 10% circa della popolazione);
– la classe politica è stata complice di questo fenomeno;
– nella popolazione si è diffusa insoddisfazione, ma anche apatia per la politica.

Questo per dire che i motivi per protestare ci sarebbero, MA la gente (proprio per quanto detto sopra) è assolutamente incapace di organizzarsi e persino di partecipare (io l’ho visto qui col terremoto).

Allora chi e perché?

E qui entriamo nella nebbia: una riproposizione della strategia della tensione? L’ennesima “distrazione” in vista di qualche provvedimento impopolare? Un’entrata in campo, modello Grecia, dell’ Europa?

Non so, ma so che niente è mai come sembra.

Ciao e Buon Natale se ci credi ancora